RIVA 1920: LA FORMA MUTEVOLE DEL LEGNO

2019-04-09T20:03:56+02:00

DAL LEGNO KAURI ALLE BRICCOLE DI VENEZIA: TRADIZIONE E INNOVAZIONE NELL’AZIENDA ITALIANA RIVA 1920

Scritto da Brenda Vaiani. Editing di Federica Bertozzi. Servizio fotografico di Brenda Vaiani.

Esposto per tutta la durata della sua esistenza all’imperversare delle più disparate forze ed energie, il legno segue continuamente l’impulso di crescere e svilupparsi: tanto è forte la sua tolleranza ai cambiamenti che proprio nell’atto di preservarsi trova la possibilità di configurarsi in una nuova forma. Così assolve al proprio mutevole destino e una volta che non è più in grado di farlo è l’uomo a prendersi carico di tale nobile compito. 

Fondata nel 1920 a Cantù, l’azienda Riva fa immediatamente propria la tradizione ebanistica made in Italy e si lega in maniera inscindibile a una rara comunione di ideali, visioni e sensibilità destinata a essere tramandata ai vertici dell’azienda per molti decenni a venire, fino a giungere ai giorni nostri sotto la guida di Maurizio Riva.

La grande svolta dell’azienda arriva con un viaggio che Riva intraprende a New York. Mentre l’attenzione generale è rivolta all’impiego dei materiali più disparati, Maurizio si avvicina alla cultura nordamericana del legno di riforestazione. Da questo momento in poi l’azienda stringe un legame indissolubile col design sostenibile e inizia un percorso di recupero e valorizzazione di alcuni legnami prestigiosi, accomunati dalla necessità di un processo di lavorazione assai complesso.

Seguendo questo principio e consapevole di una preziosità che deve essere valorizzata, Riva 1920 è la prima azienda a donare una terza vita al legno di rovere delle Briccole di Venezia, i pali utilizzati per l’attracco delle imbarcazioni in laguna. Una fitta trama composta da piccolissime cavità ricopre la superficie e gli spessori del legno: esse sono il risultato della lavorazione di piccoli molluschi che, nutrendosi del tessuto vegetale, lasciano l’indelebile traccia del loro passaggio.

Gli artigiani, per volontà dell’azienda, esaltano la patina di ogni Briccola recuperata senza alterarne l’unicità e l’identità. È così che a uno sguardo più attento si scoprono, tra una cavità e l’altra, i rimasugli delle alghe marine veneziane. Con il legno delle Briccole di Venezia sono stati realizzati, per esempio il tavolino “Versa” di Thomas Herzog, i tavoli “Venice” di Claudio Bellini e la “Newton Briccola” dei fratelli Riva.

Un altro punto di forza della produzione di Riva è il legno Kauri, il cui fascino e dimensioni sono in grado di far immaginare la maestosità degli antichissimi alberi neo zelandesi.

Legno nobile e prestigioso, entra a far parte della collezione Riva in seguito a un faticoso e lento processo di estrazione. Questo particolare tipo di conifera, immerso all’interno delle paludi della Nuova Zelanda per oltre 50.000 anni, ha sfidato i processi chimici di decomposizione ed è riuscito a raggiungere a noi con le stesse caratteristiche di un albero appena tagliato.

La filosofia conservatrice di Riva e la collaborazione con designers e architetti fa sì che anche questo legno riesca ad acquisire una nuova vita, e di conseguenza, una nuova identità. Nel progetto intitolato “Riflessi milionari”, del designer Helidon Xhixha, i toni caldi e le sinuosità naturali del legno Kauri vengono fatti dialogare con una base scultorea d’acciaio, la quale riflettendo la luce emana piccolissimi scintillii.

Un altro progetto coinvolto in questo intervento di valorizzazione del legno Kauri è il tavolo “Earth” firmato da Renzo e Matteo Piano, il quale grazie alla trasparenza della resina, diventa fonte di delicati giochi di luci e ombre.

Scegliere un prodotto dell’azienda Riva non significa solo prediligere un oggetto di alta qualità, ma in modo più profondo, accogliere nella propria abitazione uno scrigno di principi, ideali e memorie collettive che possono essere tramandate all’interno di essa. Significa altresì condividere una filosofia che inneggia al rispetto verso la continua e incessante trasformazione del legno e alla salvaguardia di un aroma naturale inestimabile.

Sito: RIVA 1920

This website uses cookies and third party services. Ok
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: